Travelpayouts: Cos’é, Opinioni e Dubbi [2023]

Se hai un blog di viaggi leggi questo post dedicato a Travelpayouts con molta, molta attenzione!

Ti occupi di altro? Beh, allora puoi tornare al mio blog e dedicarti a letture diverse; qui non c’è nulla per te.

Adesso siamo solo io e te, travel blogger.

Oggi sono arrivato a Nizza (Francia) dove mi trovo spesso (vedi foto sulla home) e credo che ci rimarrò per un bel po’. In questa città di sole e di mare non posso che pensare al turismo.

Quindi, lascia che ti racconti qualcosa su Travelpayouts: uno strumento in grado di semplificarti la vita non di poco (te lo dico per esperienza personale)!

Qui di seguito ti parlerò di come uso questo affiliate network dei viaggi per monetizzare uno dei miei blog e ti spiegherò perché, secondo me, è un’ottima scelta per chi, come noi, si occupa di turismo.

Nizza - Travelpayouts
No, la fotografia non rientra certo tra i miei talenti…

Cos’è Travelpayouts

Travelpayouts è un affiliate network la cui mascotte è il delizioso lama che vedi nell’immagine sotto.

In parole povere, un network di affiliazione è una piattaforma online che raccoglie più programmi di affiliazione in modo da averli comodamente tutti in un solo account.

Ciò porta diversi vantaggi, i principali li ho elencati sotto, quando parlo della mia esperienza con Travelpayouts.

Nel loro caso specifico, sono il punto di incontro tra le aziende del settore viaggi e vacanze e i travel blogger che vogliono guadagnare promuovendo i servizi e i prodotti di queste aziende.

Su Travelpayouts, infatti, trovi più di 100 brand TUTTI del settore viaggi (la lista te la lascio sotto).

Un grande dubbio

A questo punto mi sorge un solo, grande dubbio.

Ma com’è che in Italia questo network di affiliazione è così poco conosciuto?

Se hai letto il mio blog avrai già visto che io mi sposto spesso e ho vissuto e lavorato più all’estero che in Italia. In molti paesi di lingua inglese e non solo, Travelpayouts è famoso!

Nel nostro amato Belpaese no, ed è doppiamente strano se pensi che tra i loro brand ne hanno molti che da noi sono famosissimi.

Forse dipende dal fatto che la piattaforma è disponibile solo in inglese.

Travelpayouts

Perché Travelpayouts è stato una svolta per me?

Io non ho un blog di viaggi, bensì un blog in cui c’è una parte dedicata al turismo in determinati paesi del mondo. E no, non è quello che stai leggendo adesso.

Ho aperto quel blog tanto tempo fa, quando ancora cercavo di capire come funzionasse l’affiliate marketing.

La prima cosa che ho fatto è stata iscrivermi ai programmi di affiliazione che vedevo sugli altri blog: GetYourGuide, Booking, Airbnb, Kiwi, ecc…

Insomma, mi ci è voluto poco per trovarmi con tantissimi account di cui dovevo ricordare login e password. Ma c’è di peggio.

Per ricevere il pagamento dovevo raggiungere una determinata cifra (non bassa) e aspettare un sacco di tempo.

Poi, un bel giorno, ho scoperto Travelpayouts e ho capito che faceva al caso mio per ben due motivi:

1) Travelpayouts permette con un solo account di accedere ai programmi di affiliazione di tanti brand che già promuovevo.

Un solo login, una sola password, un solo posto dove creare link di affiliazione per inserirli sul blog o sulle newsletter per l’email marketing.

Grande comodità!

2) Raccoglie i guadagni in un unico conto. Di conseguenza, permette di ottenere il pagamento molto prima!

Ad esempio, Booking.com richiede una soglia minima di 100 euro per rilasciare il pagamento. GetYourGuide ha una soglia minima di 50 euro.

Se ti ritrovi con 80 euro sul primo e 45 sul secondo non puoi riscuotere il denaro che ti spetta.

Travelpayouts ha una soglia minima di 50 euro per i pagamenti con PayPal e di 10 euro per i bonifici bancari.

Questo significa che combinando diversi programmi di affiliazione puoi raggiungere la soglia minima molto prima. Inoltre, la soglia è molto più bassa!

Inutile dire che, appena capito il vantaggio, ho lasciato subito i programmi di affiliazione singoli e mi ci sono iscritto nuovamente attraverso Travelpayouts!

Adesso, con un solo account posso inserire link di affiliazione sul blog, ma anche quando faccio email marketing.

cos'è Travelpayouts

Che programmi di affiliazione comprende Travelpayouts

Come ti dicevo sopra, Travelpayouts è stato creato appositamente per i blogger di viaggi. Ti offre la possibilità di collaborare con svariati brand del settore travel con un solo click.

Eccone alcuni:

  • Prenotazione di alberghi: Booking.com, Hostelworld, Trivago, Expedia, Agoda, Hilton, Hotellook
  • Ricerca voli: WayAway, AirHelp, Kiwi, Aviasales
  • Escursioni: Trivago, GetYourGuide, Klook, Tripadvisor
  • Biglietti autobus e treni: Flixbus, Bigbus,
  • Affitto macchine: Rentalcars, Gettransfer,

Ce ne sono molti altri, chiaramente. Questi sono i più attuali per noi italiani.

Insomma che Travelpayouts ti permette di promuovere tutti questi brand e guadagnare ogni volta che qualcuno prenota attraverso il tuo link.

Possibilità interessanti di Travelpayouts

Se ciò che ho scritto sopra non fosse abbastanza, ci sono altri punti a favore di questo affiliate network del turismo.

Prima di tutto, come ho detto sopra, ha una soglia di pagamento molto bassa e può inviarti le commissioni su PayPal, qualsiasi conto corrente in euro o in dollari e Webmoney.

Per farti guadagnare una commissione, l’utente ha 30 giorni a disposizione per effettuare l’acquisto dopo aver cliccato il tuo link.

Poi ha un blog molto curato pieno di consigli e trucchetti e addirittura la Travelpayouts Academy che offre corsi di affiliate marketing completamente gratutiti!

Ultimo, ma non ultimo, grazie alla collaborazione con Aviasales ti permette di inserire sul tuo sito moduli di ricerca voli e hotel white label, cioè con il tuo logo, come se fossi tu a offrire il servizio.

Alcuni punti a sfavore

Travelpayouts è tutto rose e fiori? Forse no.

Prima di tutto, è disponibile solo in lingua inglese e per qualcuno potrebbe rappresentare una barriera all’utilizzo.

Poi ha una pecca che, probabilmente, riguarda solo il mercato italiano: purtroppo la piattaforma non collabora con Skyscanner che, a oggi, è il motore di ricerca voli più usato in Italia.

Quindi, potrai promuovere voli con Kiwi o Aviasales, oppure iscriverti al programma di affiliazione Skyscanner attraverso Impact (prima erano su Tradedoubler, ora hanno cambiato).

Conclusioni

Oh beh, direi che questo è tutto! Spero di essere riuscito a raccontarti Travelpayouts nel migliore dei modi.

In tal caso, non dovrei più avere dubbi sul perché sia la scelta migliore per i travel blogger!

Alla prossima!

Ti è piaciuto il post? Condividilo!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *